giugno 27

Perché installare le inferriate di sicurezza

In un periodo come quello che stiamo vivendo, caratterizzato da un costante aumento di furti e rapine, si rende necessaria la messa in sicurezza della propria abitazione. L’installazione di grate di sicurezza a porte e finestre costituisce una valida soluzione al problema: le inferriate infatti proteggono dall’intrusione di malintenzionati e, potendo essere rimosse solo creando un bel po’ di confusione, diventano un ottimo deterrente anche per i ladri più preparati.

I prezzi inferriate di sicurezza dipendono dal tipo di materiale impiegato, dalla loro classe di sicurezza e dall’ampiezza delle finestre che si intendono proteggere.

Cos’è la classe di sicurezza delle inferriate per finestre

Le grate per finestre non sono tutte uguali: la loro resistenza, infatti, viene misurata in 5 diversi gradi di sicurezza. Per essere garantite, le inferriate per finestre dovranno essere in grado di resistere a tentativi di infrazione quali colpi violenti sui cardini o di taglio.
Il mercato oggi propone grate con un alto livello di sicurezza, di quarta o quinta classe, e quindi capaci di opporsi allo scasso per un tempo stimato rispettivamente di 10 e 15 minuti.

Grate di sicurezza per finestre: le varianti

Le inferriate di sicurezza per finestre possono essere fisse, a scomparsa o a battente.
La prima tipologia è sicuramente la più sicura e allo stesso tempo la più economica: cardini e serrature sono comunemente i “punti deboli” delle grate, e il loro inserimento fa alzare il prezzo. Le inferriate di sicurezza fisse, essendo un corpo unico e venendo cementate nella muratura dell’abitazione, rappresentano senza dubbio una soluzione stabile e garantita.

Le grate di sicurezza a scomparsa e a battente, a differenza di quelle fisse, consentono di scegliere quando e se utilizzarle. Ovviamente la versione a scomparsa sarà sicuramente più discreta e meno ingombrante, ma anche più costosa.
In queste soluzioni una particolare attenzione sarà rivolta alla qualità del telaio, alla lunghezza dei tasselli, alle viti, alle cerniere e soprattutto alle saldature.

La verniciatura delle inferriate di sicurezza

Le inferriate di sicurezza sono un prodotto costantemente sottoposto a intemperie come pioggia, vento, umidità, polvere e sole. È scontato quindi che con l’andare del tempo e l’avvicendarsi delle stagioni, esse possano essere soggette a usura. Per tenere sotto controllo anche questa naturale azione, sarà necessario scegliere delle vernici particolarmente resistenti, capaci di durare di più a lungo nel tempo. In base al tipo di materiale che costituisce la grata di sicurezza, verrà utilizzata la vernice più appropriata: su inferriate in ferro, ad esempio, non potrà mancare un adeguato trattamento di protezione dalla ruggine come la zincatura Una verniciatura appropriata e di qualità contribuirà a mantenere inalterata nel tempo la resistenza delle grate di sicurezza per finestre.

Grate di sicurezza per finestre: l’aspetto

Quando si decide di proteggere la propria abitazione con sistemi di sicurezza quali le grate, non va mai sottovalutato l’impatto estetico.
Non si può vivere infatti con la percezione di essere rinchiusi in un carcere di massima sicurezza. Per questo motivo sono disponibili soluzioni di vario genere, in grado di integrarsi perfettamente allo stile di casa nostra.
Si potranno così scegliere inferriate di sicurezza per finestre semplici, con sbarre dalla forma quadrata o tonda, che salgono in maniera lineare o torcendosi su loro stesse, fino a modelli arricchiti con decori geometrici o bombature. Sarà possibile, inoltre, selezionare tra un ampio ventaglio di colori, per mantenere una coerenza cromatica con la tinteggiatura delle mura.

Tutto ciò contribuirà a migliorarne l’aspetto estetico, mantenendo comunque alto il livello di sicurezza.

Inferriate di sicurezza: prezzi

Per quanto riguarda i prezzi delle inferriate per finestre, va detto che ogni caso è a sé stante, in quanto il costo finale varierà in base al materiale impiegato, alla tipologia di inferriata installata, alla qualità della vernice utilizzata, alla complessità del decoro e alle dimensioni dell’inferriata stessa.
Ricordiamo inoltre che, grazie all’acquisto delle grate di sicurezza, è possibile fruire di vantaggiose detrazioni fiscali ferramenti.

Chiedici un preventivo!

Per un preventivo completamente gratuito e senza impegno potrete contattarci indicando le misure delle finestre da mettere in sicurezza.

aprile 26

Sostituzione serramenti e detrazioni fiscali

Detrazioni fiscali serramenti: tutto quello che c’è da sapere

Lo Stato italiano ha messo a disposizione dei cittadini la possibilità di sostituire i serramenti della propria abitazione, usufruendo di una detrazione fiscale pari al 65% del valore degli stessi.

Il bonus, che rientra nell’ambito delle agevolazioni per le spese di ristrutturazione, è fruibile non solamente per le case private, ma anche per gli edifici di carattere catastale differente (come, ad esempio, esercizi commerciali, uffici e attività produttive, magazzini ecc.).

La condizione indispensabile per poter fruire della detrazione è la presenza, all’interno dell’immobile, di un impianto di riscaldamento: sono quindi escluse da tale agevolazione le aree dove non vi sono caloriferi, ovvero le cantine, i garage e i locali rimessaggio.

Oltre a ciò, andrà anche preso in considerazione il valore di trasmittanza dei locali destinati alla sostituzione dei serramenti; ciò sta a significare che sarà necessario calcolare in che misura la ristrutturazione di porte e finestre abbia apportato un miglioramento in termini di isolamento termico.

Oltre alla mera finestra o porta, la detrazione fiscale può essere estesa anche alle spese accessorie del serramento; rientrano quindi all’interno di tale agevolazione le persiane, gli scuri e le strutture che compongono la struttura portante. In termini monetari, il tetto massimo che si può raggiungere sono 60.000 euro.

Quali documenti presentare per richiedere la detrazione sulla sostituzione dei serramenti?

Per poter usufruire del bonus è necessario conservare gli scontrini e le ricevute che attestino i pagamenti effettuati tramite bonifico su conto corrente.

Il personale che effettua i lavori, inoltre, dovrà obbligatoriamente rilasciare un documento che certifichi l’installazione dei serramenti. A questo punto è necessario notificare per via telematica l’avvenuta ristrutturazione all’Enea, ovvero l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

In particolare sarà necessario segnalare i dati della persona intestataria dell’immobile oggetto degli interventi, il costo dei lavori e il tipo di installazione che è stata effettuata.

Detrazioni serramenti: la parola d’ordine è ecosostenibilità!

Il bonus di ristrutturazione dei serramenti è senza ombra di dubbio un incentivo statale volto al miglioramento dei consumi energetici, ma finalizzato anche a una diminuzione drastica delle emissioni di anidride carbonica nell’aria.

Si tratta, in altri termini, di un’ottima strategia per tenere sotto controllo l’inquinamento atmosferico da una parte, e per sostenere i cittadini in un periodo di ristrettezze economiche dall’altra.

La detrazione fiscale dell’Ecobonus ha già riscosso numerosi consensi, e potrebbe essere protratta fino alla fine dell’anno 2021.

Si tratta senz’altro di un intervento lodevole mirato a migliorare la qualità della vita nel nostro Paese.

aprile 3

Finalmente sicuri con le inferriate alle finestre

In Italia, negli ultimi anni, i furti sono aumentati in maniera esponenziale: proprio per questo motivo è necessario dotare la propria abitazione di dispositivi di sicurezza in grado di tutelare la casa e i suoi abitanti. Vediamo in tal senso quanto possono essere utili le inferriate alle finestre e quali sono le loro principali caratteristiche.

Le grate installate alle finestre, alle porte o a qualsiasi altro punto d’accesso, sono un valido ed efficace strumento per proteggere la propria abitazione dall’intrusione dei ladri. Esse, infatti, rappresentano il primo ostacolo fisico che i topi di appartamento trovano sul proprio cammino.

Per un acquisto consapevole e mirato di questi elementi architettonici in ferro o in acciaio, è importante:

  1. verificarne il livello di resistenza alle effrazioni visionando l’apposito certificato di sicurezza;
  2. considerare il fattore estetico delle inferriate in base alle peculiarità architettoniche dell’abitazione e/o eventualmente in base alle esigenze condominiali;
  3. affidarsi a montatori professionisti, in grado di adattare il dispositivo alle caratteristiche del proprio immobile (presenza di persiane, zanzariere, cappotti termici, archi, ecc.).

Come si suddividono le inferriate

Possiamo suddividere le inferriate in tre principali tipologie:

Inferriate di sicurezza fisse: si tratta della soluzione più economica, che generalmente viene riservata alle finestre secondarie. A differenza di altri modelli, essendo sprovviste di aperture, presentano meno punti critici. Esse sono cementate nei muri perimetrali con lunghe zanche di ferro, e lo svantaggio più evidente è che esse non possono essere rimosse.

Inferriate apribili a battente: si tratta del modello più richiesto e sono caratterizzate dalla presenza di una o più ante apribili a snodo. Talora sono equipaggiate con particolari cerniere speciali che permettono la rotazione dell’anta attorno al muro e presentano l’apertura verso l’interno per l’agevole chiusura di persiane e zanzariere.

Inferriate apribili a scomparsa: si tratta di inferriate la cui anta scorre su un binario e che dispongono di un cassonetto per la scomparsa dell’anta stessa.

Ne esistono tre principali tipi, ovvero le inferriate a scomparsa verticale, laterale oppure a soffietto.

marzo 13

Inferriate di sicurezza: guida all’acquisto

Mettere in sicurezza la propria abitazione è fondamentale per assicurarsi il massimo della tranquillità e del confort domestico. Uno strumento essenziale a questo scopo è rappresentato dalle inferriate, ovvero le grate di ferro più o meno spesse, che vengono installate a protezione delle finestre o di altri punti di accesso della casa. Si tratta di un efficiente sistema di sicurezza passiva che, non necessariamente, rovinerà l’estetica dell’immobile: sarà sufficiente optare per un modello dal design moderno e raffinato! Ma come scegliere le migliori inferriate? Scopriamolo insieme!

Inferriate di sicurezza: come orientarsi tra le offerte disponibili sul mercato e individuare il prodotto che presenta il miglior rapporto qualità-prezzo?

A tal proposito ricordiamo che è molto importante, trovandosi di fronte a un preventivo, che ciascuna voce sia pertinente e chiara. Meglio ancora se esso è corredato da una illustrazione tecnica esaustiva e ben congegnata, in modo tale da poter valutare la reale convenienza del prodotto.

D’altra parte è anche opportuno verificare che la grata di ferro in oggetto sia dotata di tutte le certificazioni obbligatorie previste dall’Unione Europea, come, ad esempio, quella antieffrazione.

Inferriate di sicurezza: come individuare il miglior prodotto

In primo luogo va rilevato che, essendo l’inferriata di sicurezza un manufatto artigianale, non è facile effettuare una agevole comparazione tra preventivi, tuttavia è possibile tenere d’occhio specifici parametri al fine di valutare l’adeguatezza del prezzo  e la qualità del prodotto stesso.

I fattori da tenere presente sono i seguenti:

  1. la garanzia: la presenza o meno della garanzia è fondamentale per valutare la professionalità e l’affidabilità dell’azienda produttrice;
  1. la classe antieffrazione: prima di procedere con l’acquisto, è anche opportuno verificare la classe antieffrazione di appartenenza. Più è alto il numero della classe, maggiore sarà il livello di sicurezza dell’inferriata.
  2. la serratura: il primo attacco sferrato da un malintenzionato è ai danni della serratura, grazie all’ausilio di grimaldelli ad hoc. A tal fine si consiglia di optare per inferriate dotate di innovative serrature con cilindro a chiave europea e caratterizzate dalla presenza di una tessera anticopia;
  3. il disegno: anche il disegno della grata è un elemento che consente di valutarne il livello di sicurezza e l’affidabilità. Più lo spazio tra le barre è ridotto, maggiore à la possibilità che il ladro non riesca a violarle, inserendo al loro interno un apposito strumento. Bisogna calcolare che la distanza massima tra un elemento e l’altro non deve essere superiore ai 9 centimetri;
  4. il trattamento contro gli agenti atmosferici: Il trattamento migliore per il rivestimento superficiale dei manufatti metallici è senz’altro quello dalla zincatura a caldo. Questo processo prevede che il materiale costituente la grata viene immerso nello zinco fuso: in tal modo si crea una lega ferro-zinco in grado di fungere da scudo inattaccabile contro i principali agenti atmosferici;
  5. la verniciatura: il trattamento più efficace di verniciatura è quello denominato “a fuoco”, che si serve di vernici a polvere termoindurente. Il processo di verniciatura delle inferriate di sicurezza, lo ricordiamo, deve avere luogo solo dopo il pre-trattamento sgrassante, finalizzato a evitarne la corrosione;
  6. l’estetica: anche l’occhio vuole la sua parte e, pertanto, se si desidera un prodotto di qualità, è opportuno optare per soluzioni esteticamente gradevoli.

Inferriate di sicurezza: maggiore è il prezzo maggiore è la qualità?

No, non vi è un rapporto di proporzionalità diretta tra prezzo e qualità, ciò significa che a un prezzo più alto non corrisponde necessariamente una maggiore qualità.

Tuttavia alcuni costi che consentono al produttore di offrire un prodotto performante sono ineliminabili: si pensi, ad esempio, alla spesa effettuata per sottoporre le grate ai cosiddetti test antieffrazione o ai trattamenti per renderle dei sistemi a prova di ladro.